Emotional Games giochi per l’efficienza emotiva

Strumenti pratici per l’Efficienza Emotiva a cura di Chiara Fusi

Gli strumenti “Emotional Games emozionARTI”, sono il risultato di:

Una ricerca nel campo delle più attuali scoperte nel mondo delle scienze umane (neuroscienze, epigenetica, fisica quantistica, neuroni specchio), unita alle più consolidate Gestalt e Programmazione Neuro Linguistica;

La mia esperienza decennale come counselor ad orientamento gestaltico;

La fortuna di possedere una mente visionaria e creativa, la quale mi ha permesso di trasformare in “oggetti” alcuni dei metodi più efficaci che ho progettato ed utilizzato per guidare me stessa ed i miei clienti ad una maggior consapevolezza emozionale ed ambientale.

Si tratta di supporti facilmente fruibili da chiunque svolga una professione nel campo delle relazioni d’aiuto: operatori del sociale, insegnanti, coach, counselor, terapeuti.

Gli “Emotional Games emozionARTI” sono volti a tradurre in un linguaggio accessibile la volontà di creare per la propria esistenza un “clima di possibilità”: per godere di una Vita Piena serve una regia ad ampio raggio. Comprendere ed esprimere il proprio mondo emozionale è il primo passo per godere di buone relazioni, ma non è sufficiente. L’ambiente che ci accoglie giornalmente, un habitat formato da luoghi e persone, immagini e suoni, parole e pensieri, interagisce costantemente con noi.

Una relazione sana avrà vita breve se è inserita in un contesto insalubre.

Per questo è necessario lavorare su due livelli: interiorità e territorio.

Questi strumenti rappresentano la mia proposta “pronta all’uso” per lavorare nello splendido terreno dell’espressione umana. In realtà sono solo la punta di un iceberg: in questi 10 anni di attività di gruppo e di singoli incontri, sono centinaia i “giochi” che ho messo a punto per lavorare in questo ambito, la maggior parte dei quali si realizza con mezzi reperibili ovunque; sto parlando di fogli, colori, forbici, ritagli, stoffe, filati, foglie, fiori, sassi, legni, fotografie, musica, spezzoni di film, ma anche specchi e riprese video, abbigliamento e cappelli, riti autoprodotti e dichiarazioni all’intelligenza dell’universo … Non c’è davvero limite all’applicazione di ogni possibile mezzo per evocare sensazioni ed emozioni utili alla comprensione di se stessi, del prossimo e dell’ambiente circostante!

 

Lo scopo è quello di lasciare in dote al cliente una gamma di strumenti che, dopo essere stati collaudati insieme attraverso un percorso di crescita, possano trasformarsi in nuove abitudini autogestite; in questo modo è possibile mantenere anche autonomamente la propria efficienza emotiva!

 

Ecco i principali “Emotional Games emozionARTI”, che ho sperimentato e realizzato in questi 10 anni di attività come counselor:

DSC_0499

Emotional Question Games le carte delle Emozioni

EMOTIONAL QUESTION GAMES: le carte delle emozioni.

Si tratta di una serie di 63 carte, ognuna con la scritta di un’emozione ben definita (gioia, tristezza, paura, rabbia…) , corredate di un libretto esplicativo che suggerisce alcuni “giochi” per utilizzarle. Le carte delle emozioni si prestano ad infiniti impieghi, si plasmano alla fantasia ed alla creatività di chi le utilizza; sono un significativo scenario (visibile, tangibile e leggibile) di ciò che tutti noi sperimentiamo quasi quotidianamente in termini di stati d’animo, sentimenti, sensazioni.

 

relazionARTI people

Relazionarti People, le tavole delle rivelazioni umane

RELAZIONARTI PEOPLE: le tavole delle rivelazioni umane.

Sono 36 immagini incorniciate in sfondi di diverso colore che ritraggono altrettanti esseri umani: giovani, anziani, uomini, donne, volti in primo piano, piani americani e ritratti ambientati; persone immerse in un’attività specifica o in posa, visi sfuggenti, sguardi diretti o volti espressivi. Con le tavole Relazionarti People si accede ad una preziosa gamma di umana varietà per attivare reazioni, correlazioni, immedesimazioni, riflessioni, proiezioni, giochi metaforici. Sono applicabili a temi trasversali: lavoro, sentimenti, sessualità, relazioni.

 

 

QUADERNI PER L’EFFICIENZA EMOTIVA QUOTIDIANA:

QUADERNO DEVO/POSSO/VOGLIO:

il mio primo personale vocabolario trasformazionale.

Questo strumento è un oggetto piccolo, ma grandioso, che permette di esercitare uno dei capisaldi della scienza delle neuro-associazioni (evoluzione della PNL elaborata da Antony Robbins) il cosiddetto “vocabolario trasformazionale”.

Si tratta di sfruttare la potenza della parola, eliminando idiomi che creano immobilità e frustrazione, sostituendoli con lessici evocativi di movimento, cambiamento, positività.

Il cliente stesso sarà l’autore di un suo personale vocabolario di parole per lui potenzianti, da consultare giornalmente.

QUADERNO DELLE DOPPIE VISIONI

È un altro libretto, da tenere sempre con se, dove si annotano nella pagina di sinistra gli episodi vissuti come eventi negativi, che hanno generato sensazioni di disagio, dispiacere o dolore. Sulla destra ci si sforza di scorgerne la connotazione positiva o le possibili varianti meno dolenti. Lo scopo è quello di allenare la propria mente a non suddividere tutto in BENE/MALE, GIUSTO/SBAGLIATO.

QUADERNO “100 VOLTE GRAZIE”

Una delle peggiori abitudini che si possano conservare nel proprio quotidiano è quella di “non vedere più”, di dare le cose, o peggio le persone, per scontate. Anche in questo caso uno strumento immensamente utile è un piccolo notes da portare sempre con sé dove in qualsiasi momento della giornata, anche più volte al giorno, si tiene nota ti tutte le piccole grandi esperienze della propria vita per le quali si prova gratitudine. Da rileggere spesso nei tempi morti della giornata!

LE IMMAGINI DELL’AMORE: EROS, PHILIA e AGAPE, i tre volti del sentimento amoroso

La domanda base da cui trae spunto questo strumento di lavoro è questa: oggi sono più orientato all’amore di EROS, di PHILIA o di AGAPE? A cosa mi serve conoscere questo dato? Una delle possibili risposte è domandarsi: sono in grado di affiancare, intrecciare, sovrapporre queste forme di amore “snodato”?

In concreto questo strumento consiste in una gamma molto ricca di immagini che illustrano il sentimento dell’amore nelle sue numerose coniugazioni che andranno osservate perché evocano sensazioni. Dal classico bacio tra un uomo e una donna, all’abbraccio tra un cucciolo ed un bambino; dalla natura incontaminata che accoglie una figura umana solitaria, ad un nucleo familiare sulla spiaggia, dalla scena di un matrimonio omosessuale al fumetto di ….. Nei vari cicli dell’esistenza umana che si susseguono in termini di tempo, esperienze, priorità e bisogni, il sentimento amoroso può aver bisogno di chiarezza e trasparenza. Lo scopo di questo Emozional Games è comprendere la propria espressione dell’amore, rispettarla, celebrarla nella sua sacra unicità.

IL ROSSO NON È SEMPRE ROSSO:

il rapporto FIGURA/sfondo

Sono 12 tavole raffiguranti un rettangolo centrale di un identico colore rosso e di identiche dimensioni, posizionato su sfondi di colore diverso, alcuni in tinta unita, altri variegati; una stessa tinta, prende “sfumature percettive” differenti in base allo sfondo che la accoglie. Partendo da questo assunto-basico della teoria della percezione visiva, si transita all’applicazione emozionale attraverso più canali. Si può proporre di identificare una persona specifica con il rettangolo centrale coniugandone gli sfondi ai diversi scenari della vita; si possono evocare ricordi dolorosi proponendo contesti in divenire, si può usare una metafora base e chiedere al cliente di applicarla alle sue esperienze. Anche in questo caso, oltre ai suggerimenti stampati, saranno possibili numerosi utilizzi frutto dell’inventiva di chi utilizza le tavole.

SEMAFORI … SUL MONDO REALE (titolo-omaggio a Gurgijeff)

Sono delle palette con un cerchio finale a doppia colorazione rossa e verde, una per lato; si rendono utili nei contesti più disparati. Possono rappresentare risposte silenziose durante lavori di gruppo, risposte casuali usate ad occhi chiusi, segni visivi di gradimento o rifiuto durante sollecitazioni verbali o corporee.

CERTIFICATI PER VIVERE SELVAGGIAMENTE FELICI

Sono delle dichiarazioni ironico/introspettive che trattano i principali temi delle “umane difficoltà”. Si possono lasciare in dotazione al cliente tra un incontro e l’altro, chiedendo di tenerli ben visibili, in uno spazio di ordinaria quotidianità. Aiutano la ripetizione di pensiero, servono a rafforzare concetti pregnanti, già affrontati durante gli incontri di counseling. Disponibili in 20 differenti “attitudini”, ecco alcuni dei titoli/temi disponibili: ©gratitudine incantata ©inconsapevolezza di se©il perfetto imperfetto©visioni galvanizzanti

©superegoista sapiente©ridimensionamento instancabile©lucidità tantrica © schizofilia

©delusore professionista ©wow©tripudio culinario©uccellini-che-cantano©fuorituona-ediosonoalsicura©tuffo d’arte© … ©

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...